USA – George Stinney Jr. era stato giustiziato secondo la legge del South Carolina quando aveva solamente 14 anni. Il suo caso ha dovuto aspettare 70 anni prima che venisse fatta giustizia. Con l’infamante accusa di aver assassinato due bambine bianche di 7 e 11 anni, il ragazzino nero (nella foto) venne ucciso nel 1944. Il caso e’ stato ripreso in mano dal giudice Carmen Muellen, che gli ha reso giustizia dichiarandolo innocente. Il giudice s’è detto scioccato per il pressapochismo con cui il caso del ragazzo fu trattato dal tribunale nel 1944.

Pensate che il processo duro’ solamente tre ore. La condanna a morte, secondo il giudice Mullen, fu “una grande ingiustizia”. Da brividi i dettagli dell’esecuzione per condanna a morte: essendo troppo piccolo per la sedia elettrica George Stinney Jr. venne fatto sedere sopra la Bibbia per innalzarlo. La famiglia del ragazzo aveva sempre rivendicato l’innocenza di George e a gennaio di quest’anno aveva proposto una revisione del caso al Giudice in base a nuove prove.

Valentina ContiEsteriTopGiustizia,Stati Uniti
USA - George Stinney Jr. era stato giustiziato secondo la legge del South Carolina quando aveva solamente 14 anni. Il suo caso ha dovuto aspettare 70 anni prima che venisse fatta giustizia. Con l'infamante accusa di aver assassinato due bambine bianche di 7 e 11 anni, il ragazzino nero...