Terremoto Cile M8,3: Tsunami a Coquimbo, danni morti e feriti.

Il terremoto in Cile di magnitudo M8,3 (secondo USGS) occorso tra la notte italiana del 16 e 17 settembre 2015, ha provocato almeno cinque morti e 20 feriti in tutto il paese. Alle 22:54 UTC del 16 settembre, le 00:54 in Italia del 17 settembre, un violento terremoto di magnitudo 8,3 ha colpito la zona costiera del Cile, a circa 54 km da Illapel e a 233 km a nord di Santiago, la capitale, dove anche pochi minuti fa è stato sentito un altro terremoto, una delle tante scosse di assestamento (con repliche sopra M6) che si sono generate dopo quello di M8,3.

Gente spaventata per le strade del Cile dopo il terremoto di oggi.

Come ben spiegato da INGV, il terremoto di oggi è avvenuto nella zona di contatto tra la placca di Nazca sul lato del Pacifico, a ovest, e quella sudamericana a est: la prima scivola sotto la seconda a una velocità di oltre 15 cm/anno, una delle velocità maggiori tra le placche del pianeta, che costituisce il motivo della elevata sismicità della zona.

Onde anomale di tsunami dopo terremoto in Cile M8,3 del 16/17 settembre 2015.

Si confermano onde di tsunami di qualche metro, con un picco di circa 4-5 metri a Coquimbo. L’onda più alta è arrivata circa un’ora dopo la prima. Le notizie sono in continuo aggiornamento anche perchè si stanno registrando ulteriori terremoti sopra magnitudo M6. L’allerta tsunami e’ stata diffusa per tutto il Pacifico. Onde anomale attese anche in Messico e California.

Federica SantoniEsteriTopCile,INGV,Terremoto,Terremoto Cile,Tsunami,USGS,Video incredibili
Il terremoto in Cile di magnitudo M8,3 (secondo USGS) occorso tra la notte italiana del 16 e 17 settembre 2015, ha provocato almeno cinque morti e 20 feriti in tutto il paese. Alle 22:54 UTC del 16 settembre, le 00:54 in Italia del 17 settembre, un violento terremoto di...