Nuovo studio contro carni lavorate: aumentano rischio tumori

Diversi studi hanno dimostrato che alcol, obesità e carni lavorate, sono tre fattori che aumentano il rischio di sviluppare il tumore allo stomaco. Ora una nuova ricerca dell’ “American Institute for Cancer Research e World Cancer Research Fund”, relativizza queste conclusioni. Secondo i ricercatori ad esempio due strisce di bacon al giorno fanno salire il rischio del 18%. Lo studio, pubblicato sul sito dell’istituto, si basa su 89 ricerche precedenti, con dati su 17,5 milioni di adulti, tra cui 77 mila con un cancro allo stomaco.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Per aumentare il rischio ‘servono’ tre porzioni di alcol al giorno, 50 grammi di carni lavorate o mangiare cibi conservati con il sale. Anche il peso ha una sua influenza, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”,con il rischio che cresce del 23% ogni cinque unità di indice di massa corporea. “Abbiamo trovato anche segni, scrivono gli autori, che consumare carne e pesce grigliati possa contribuire al rischio, mentre il consumo di frutta, specie di agrumi, può prevenirlo”.

Andrea TosiSaluteTopCarne,Rischio cancerogeno,Tumore
Diversi studi hanno dimostrato che alcol, obesità e carni lavorate, sono tre fattori che aumentano il rischio di sviluppare il tumore allo stomaco. Ora una nuova ricerca dell' 'American Institute for Cancer Research e World Cancer Research Fund', relativizza queste conclusioni. Secondo i ricercatori ad esempio due strisce di...