Strage in Ankara mentre chiedevano la pace.

Le due esplosioni di questa mattina nei pressi della stazione ferroviaria di Ankara, in Turchia, prima di una manifestazione per la pace sul conflitto in corso con il Pkk curdo (Il Partito dei Lavoratori del Kurdistan), ha lasciato il mondo sconvolto: 95 morti e 200 feriti. Numeri che strasformano la strage nel piu’ grande attentato terroristico nella storia del paese turco. E’ stata una strage di ragazzi di un corteo pacifista. Un attacco terroristico nella capitale Ankara, a tre settimane dalle cruciali elezioni politiche.

Il primo ministro turco Davutoglu, nell’annunciare 3 giorni di lutto nazionale, ha dichiarato che ci sono indizzi seri che l’attacco di stamani sia stato compiuto da due kamikaze. La manifestazione e’ stata annullata mentre in tutto il mondo arrivavano le ferme condanne all’attacco. A Istanbul si radunavano 10 mila persone per marciare sulle strade in protesta ai tragici eventi di Ankara.

La marcia di protesta a Istanbul.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi esprime il proprio sgomento e dolore “per l’efferato attentato terroristico contro la democrazia e la pace che è costato la vita a tanti manifestanti ad Ankara”.

Un video postato sui social network e ripreso da tutti i principali giornali del mondo mostra il momento dell’esplosione nei pressi della stazione di Ankara, in Turchia, dove persone si stavano radunando per partecipare a una manifestazione per la pace.

Il Presidente Mattarella ha inviato al Presidente della Turchia Erdogan, il seguente messaggio: “Ho appreso con grande amarezza dell’ignobile attentato perpetrato stamani ad Ankara contro civili innocenti che manifestavano per la pace. Desidero condannare nella maniera più risoluta tale gesto vile e riprovevole che, nella sua barbara efferatezza, richiama l’urgenza di combattere uniti la piaga del terrorismo. In questo momento di grande dolore, desidero esprimere, Signor Presidente, la sincera vicinanza degli italiani tutti e dell’Italia, Paese amico ed Alleato, a Lei, alle famiglie delle vittime e all’amico popolo turco”.

Questo invece il comunicato ufficiale della Casa Bianca.

Valentina ContiEsteriTopStrage di Ankara,Turchia
Le due esplosioni di questa mattina nei pressi della stazione ferroviaria di Ankara, in Turchia, prima di una manifestazione per la pace sul conflitto in corso con il Pkk curdo (Il Partito dei Lavoratori del Kurdistan), ha lasciato il mondo sconvolto: 95 morti e 200 feriti. Numeri che strasformano...