9acc24ad9b82c84caebb30d0a143bbb6o

TERREMOTO OGGI CALABRIA – Alle ore 00:44 italiane del 13 ottobre 2022 un evento sismico di magnitudo Ml 4.4 è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV Terremoti nei pressi della costa ionica catanzarese, 11 Km a Sud di Catanzaro ad una profondità di 36 chilometri. Il terremoto di oggi è stato seguito da uno sciame sismico. L’evento è stato localizzato lungo la costa catanzarese nelle vicinanze dei comuni di Stalettì, San Floro, Borgia, Squillace. Il sisma è stato avvertito in tutta la Calabria.

Numerose le telefonate ai centralini dei Vigili del fuoco e delle forze dell’ordine. Non si registrano al momento danni a persone o cose.

L’area interessata dall’evento sismico di questa notte è considerata a pericolosità sismica molto alta, come è mostrato dal modello di pericolosità per il territorio nazionale. Per quanto riguarda la sismicità storica dell’area l’evento odierno è circondato da diversi terremoti di elevata magnitudo. Dalla mappa dei terremoti del passato estratti dal Catalogo Parametrico dei Terremoti Italiani (CPTI15) si evidenziano come eventi significativi i terremoti del 27 marzo 1638 (Mw 7.1), del 8 giugno 1638 (Mw 6.8), del 8 marzo 1832 (Mw 6.7) e gli eventi a Ovest-NordOvest del  1854 e 1870 di magnitudo Mw 6.3 e Mw 6.2 rispettivamente.

La zona è stata anche gravemente colpita dalla lunga sequenza di terremoti che nel 1783 per alcuni mesi interessò quasi tutta la Calabria, da Sud a Nord ed in particolare da quello del 28 marzo causò danni fino al grado VIII della scala MCS ad Albi (CZ).

Il terremoto avvenuto oggi, secondo i dati accelerometrici disponibili al momento, ha fatto registrare accelerazioni che corrispondono ad un’intensità strumentale su terreno roccioso fino al V grado della scala MCS. La relativamente elevata profondità ha fatto sì che l’area del risentimento abbia coperto una regione ampia come l’intera Calabria.

La subduzione è un processo che si instaura lungo il margine tra due placche che convergono, per cui una delle due scorre sotto l’altra, sprofondando nel mantello sottostante. La subduzione dell’Arco Calabro è il risultato della convergenza tra la placca euroasiatica -a nord- e la placca africana – a sud. Le misure geodetiche confermano che questo movimento relativo avviene ad una velocità di alcuni millimetri ogni anno.

Andrea TosiMeteo TerremotiTopINGV,INGV Terremoti,Sciame Sismico,Sentito il Terremoto,Terremoto,Terremoto Calabria,Terremoto Catanzaro,Terremoto Sud Italia,Ultima Ora Terremoto
TERREMOTO OGGI CALABRIA - Alle ore 00:44 italiane del 13 ottobre 2022 un evento sismico di magnitudo Ml 4.4 è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV Terremoti nei pressi della costa ionica catanzarese, 11 Km a Sud di Catanzaro ad una profondità di 36 chilometri. Il terremoto di...