#PanamaPapers: paradisi fiscali per politici, sportivi, impresari e celebrità

Dodici capi di stato, 128 politici, sportivi di elite, attori, celebrità di prestigio mondiale e potenti impresari. Sono queste le persone che sono incluse nei “Panama Papers“, milioni di documenti fatti trapelare sui media internazionali dallo studio legale Mossack Fonseca (per l’Italia l’esclusiva è dell’Espresso).

Si tratta della filtrazione di dati più grande della storia, nella quale Wikileaks e il Consorzio Internazionale del Giornalismo (International Consortium of Investigative Journalists), espongono, attraverso 110 medi di comunicazione in tutto il mondo, il funzionamento dello studio legale panamense “Mossack Fonseca”, il quale ha aperto la strada alla creazione delle note società chiamate “offshore“.

Cos’è una società offshore?

Per meglio intendere il magnitudo di questa diffusione di dati, dobbiamo cominciare con spiegare cos’è una società offshore. Sono società che si caratterizzano per essere registrate in un paese, normalmente un paradiso fiscale, nel quale non realizzano alcuna attività economica o commerciale. Per questo motivo si conoscono anche come “società non residenti”.

Le compagnie offshore sono controllare per imprese o cittadini stranieri che stanno conducendo attività in altre parti del mondo e che utilizzano il paradiso fiscale come un indirizzo legale della società.

Mentre le aziende offshore aderiscono alle leggi dei paesi che le gestiscono, non dobbiamo dimenticare che spesso vengono utilizzate per evadere le tasse, e risultano essere molto più interessanti per il fatto che i dati personali degli azionisti e proprietari di queste società, non sono registrati in alcun registro pubblico. Dettagli che ci aiutano a capire l’importanza di questa operazione.

Cosa sono i Panama Papers?

Si tratta di oltre 11 milioni di documenti scoperti i quali, secondo la BBC, viene mostrato come lo studio legale panamense “Mossack Fonseca” abbia aiutato i suoi clienti a riciclare denaro durante gli ultimi 40 anni. Un’enorme massa di denaro dirottata da studi legali internazionali e banche verso paradisi fiscali per conto di criminali, leader politici e funzionari d’intelligence.

In questa lista figurano personaggi come il Primo Ministro della Finlandia Sigmundur David Gunnlaugsson, l’ex presidente della UEFA Michel Platini, l’attuale presidente dell’Argentina Mauricio Macri, società collegate alla stella del calcio Lionel Messi e altre personalità e impresari come Ricardo Salinas Pliego, Juan Armando Hinojosa Cantú, figura chiave per la Casa Bianca come Angélica Rivera, uno degli impresari favoriti del presidente del Messico Enrique Peña Nieto.

Nella lista, inotre, troviamo anche uomini vicini a Putin, familiari del leader cinese Xi Jinping, dell’ucraino Poroshenko, dei premier di Pakistan e Islanda. L’Espresso cita anche Montezemolo, Ubi e Unicredit.

Non è la prima volta che questo studio legale è stato accusato di aiutare cittadini di altri paesi a evitare di pagare le tasse. Nel mese di febbraio, le autorità del Brasile hanno ordinato la detenzione di cinque impiegati del Mossack Fonseca per la loro partecipazione in un piano progettato per riciclare il denaro e aiutare vari direttivi della società Petrobras, la compagnia brasiliana di ricerca, estrazione, raffinazione, trasporto e vendita di petrolio con sede a Rio de Janeiro.

Perchè è importante la diffusione dei Panama Papers?

Anche se le società offshore non sono illegali, a patto che i suoi beneficiari dichiarano la loro partecipazione alle autorità fiscali del paese in cui risiedono queste società, l’importanza del Panama Papers è che, per la prima volta, le manovre dei potenti del mondo vengono resi pubblici. Politici e uomini d’affari eseguono operazioni che in alcuni casi, rasentano il limite della legalità per ridurre il loro carico fiscale, con l’aiuto per l’appunto dello studio legale Mossack Fonseca, che ha accettato di collaborare con tutti i clienti, anche con quelli che sapeva erano coinvolti con organizzazioni criminali, cartelli della droga o politici corrotti.

Fonte: Panama Pappers.

Guarda il video dal titolo “#PanamaPapers, le vittime dell’offshore”.

Federica SantoniEconomiaTopEvasione fiscale,ICIJ,Mossack Fonseca,Panama Papers,Società OffShore,Studio Legale,WikiLeaks
Dodici capi di stato, 128 politici, sportivi di elite, attori, celebrità di prestigio mondiale e potenti impresari. Sono queste le persone che sono incluse nei 'Panama Papers', milioni di documenti fatti trapelare sui media internazionali dallo studio legale Mossack Fonseca (per l'Italia l'esclusiva è dell'Espresso). Si tratta della filtrazione di...