Rotoli del Mar Morto: l'Arca di Noè era una Piramide?

Secondo una nuova scansione tecnologica dei Rotoli del Mar Morto (Manoscritti del Mar Morto), l’Arca di Noè si è rivelata a forma di piramide. Più di 50 anni fa, un pastore fece la scoperta di 7 pergamene all’interno delle grotte di Qumran, nel deserto della Giudea, in Cisgiordania. Questa scoperta ha formato il più grande manoscritto mai trovato nella zona. Conosciuto come i Rotoli del Mar Morto per la sua vicinanza al lago.

Sebbene abbiano generato molte controversie, nessuna è paragonabile a quella scoperta di recente: L’Arca di Noè era a forma di piramide.

L’Arca di Noè era una piramide secondo i Rotoli del Mar Morto

Gli scritti dei Rotoli del Mar Morto contengono storie bibliche e altre che non sono nelle sacre scritture.

Questi offrono agli studiosi una visione diversa del passato e gettano una luce diversa sulle religioni abramitiche.

L’ultima di queste scoperte è arrivata dopo che gli esperti hanno scansionato un pezzo dei Rotoli del Mar Morto, utilizzando diverse lunghezze d’onda e luce con una risoluzione 28 volte superiore rispetto alle scansioni standard. Così, è stato rivelato che l’Arca di Noè aveva la forma di una piramide.

Gli scienziati non erano stati in grado di leggere una parola che seguisse la frase ebraica ‘l’altezza dell’arca’ all’interno dei rotoli. Tuttavia, grazie all’alta tecnologia, hanno scoperto che la parola trovata è ‘ne’esefet‘.

Era egiziano?

La traduzione di ne’esefet dall’ebraico all’inglese significa ‘radunati insieme’, che secondo il dottor Alexey Yuditsky dell’Università Ebraica di Gerusalemme significa che le ‘nervature’ dell’arca si unirono in cima per formare una sorta di piramide. Inoltre, è convinto che la scoperta sia supportata da precedenti ritrovamenti.

Yuditsky affermò che la Settanta, che è una traduzione greca della Bibbia risalente al 3° secolo aC, descrive anche l’arca a forma di piramide. Mentre anche autori medievali come Maimonide hanno scritto la stessa cosa.

Questa scoperta portò alla convinzione che Noè, che riuscì a fuggire dall’antico Egitto, fosse in realtà un faraone. Questo perché le piramidi erano un segno di una posizione elevata nell’impero egiziano in quel momento.

Questa teoria potrebbe cambiare completamente la storia come la conosciamo e dare un significato ancora più importante alle piramidi. Al momento, sono attesi ulteriori studi sui Rotoli del Mar Morto e confermano la verità.

Andrea TosiScienzaTopAlieni,Antico Egitto,Arca di Noè,Manoscritto,Piramide,Scoperta,Spazio UFO,SPAZIO UFO OVNI
Secondo una nuova scansione tecnologica dei Rotoli del Mar Morto (Manoscritti del Mar Morto), l'Arca di Noè si è rivelata a forma di piramide. Più di 50 anni fa, un pastore fece la scoperta di 7 pergamene all'interno delle grotte di Qumran, nel deserto della Giudea, in Cisgiordania. Questa...