Aeroporto Fiumicino, rientra allarme bomba su volo Niki per Vienna delle 19.40

ROMA – Allarme rientrato all’aeroporto di Fiumicino scattato per un pacco sospetto a bordo dell’aereo in partenza per Vienna alle 19:40 di ieri mercoledi’ 14 gennaio. I controlli hanno dato esito negativo ma per sicurezza il volo e’ stato comunque cancellato.

A dare l’allarme, la polizia dopo aver fermato uno dei passeggeri, il quale affermava di aver collocato nella stiva una bomba dell’aereo della compagnia Niki. Gli 82 passeggeri a bordo sono stati fatti evacuare con l’aereo che e’ stato spostato in una zona isolata per i dovuti accertamenti.

Dopo l’allarme erano scattate prontamente tutte le misure anti-terrorismo con il blocco dei voli in arrivo e in partenza. Tre voli previsti in arrivo a Fiumicino sono stati fatti atterrare allo scalo di Ciampino.

Come riportato da Repubblica, un passeggero aveva notato che il suo vicino di posto teneva nella mano un contapassi. Alla domanda cosa fosse, quest’ultimo gli avrebbe risposto che era un telecomando per far esplodere un ordigno. A questo punto e’ scoppiato il panico sull’aereo.

Subito avvertito, il capitano del volo ha interrogato il passeggero il quale ha confermato di aver imbarcato in un bagaglio nella stiva, una bomba a orologeria. A questo punto sono scattate subito le procedure di emergenza previste dal piano anti-terrorismo e il traffico aereo è stato bloccato.

Il presunto attentore, un ingegnere sloveno inizialmente indicato come di nazionalita’ araba, e’ stato portato via dalle forze dell’ordine per essere interrogato. Lui si e’ scusato dicendo che e’ stato mal interpretato per via dell’inglese. Non e’ escluso possa incorrere in una denuncia per procurato allarme.

Andrea TosiCronacaTopAeroporto,Fiumicino,Roma,Vienna,Volo aereo
ROMA - Allarme rientrato all'aeroporto di Fiumicino scattato per un pacco sospetto a bordo dell'aereo in partenza per Vienna alle 19:40 di ieri mercoledi' 14 gennaio. I controlli hanno dato esito negativo ma per sicurezza il volo e' stato comunque cancellato. A dare l'allarme, la polizia dopo aver fermato uno...