Il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato in una recente intervista che “se c’è qualcuno che non può lamentarsi è proprio l’Italia, sento molte più lamentele per la comprensione mostrata”. Si riferiva alla annosa polemica sulle sue dichiarazoni per possibili e “spiacevoli conseguenze” per Italia e Francia.

Juncker ha poi aggiunto che “avremmo potuto attivare per l’Italia una procedura per debito eccessivo. Invece ho parlato con Renzi, per il quale nutro sentimenti di amicizia, anche al G20 in Australia e gli ho detto: se voi mostrare la volontà di intraprendere le necessarie riforme, per favore scrivetemi una lettera per dirmelo. E questo l’Italia l’ha fatto”.

Antonio VivesEconomiaDebito pubblico,Juncker,Renzi
Il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, ha dichiarato in una recente intervista che 'se c’è qualcuno che non può lamentarsi è proprio l’Italia, sento molte più lamentele per la comprensione mostrata'. Si riferiva alla annosa polemica sulle sue dichiarazoni per possibili e 'spiacevoli conseguenze' per Italia e Francia. Juncker...