Nella foto il ministro dell'Interno britannico Theresa May

LONDRA – Notizia che farà discutere quella che arriva dal Regno Unito, dove il ministro dell’Interno britannico, Theresa May, vuole rimodulare uno dei cardini della Unione europea. Secondo il politico britannico, il principio di libera circolazione all’interno dell’Unione europea deve essere interpretato come “libertà di movimento verso il lavoro”, e non per cercare un’occupazione o i benefici del welfare offerti dai vari Paesi. In un intervento sul Sunday Times il ministro ha sostenuto che si deve tornare al “principio originale” sancito dall’Unione, che tradotto significa “porte chiuse anche ai disoccupati provenienti dalla Ue”. Insomma, entra solamente chi ha già un lavoro.

Valentina ContiEsteriTopDisoccupazione,Gran Bretagna,Porte chiuse,Theresa May
LONDRA - Notizia che farà discutere quella che arriva dal Regno Unito, dove il ministro dell'Interno britannico, Theresa May, vuole rimodulare uno dei cardini della Unione europea. Secondo il politico britannico, il principio di libera circolazione all'interno dell'Unione europea deve essere interpretato come 'libertà di movimento verso il lavoro',...