Pi Zero Raspberry con Linux Raspbian.

Una piccola scheda madre grande come una carta di credito. Si chiama Pi Zero e costa 5 dollari. Costruita da Raspberry in Usa e Gran Bretagna, si tratta del primo computer programmabile a questo prezzo. Si puo’ giocare a Minecraft, connettere oggetti  smart, e usare Scratch, un programma tutorial per programmare. Si potrebbe dire che si tratta dell’evoluzione “low cost” dei precedenti modelli “Pi” che si trovavano sul mercato a 35 dollari.

Pi Zero viene pensato per sviluppatori che hanno bisogno di cimentarsi in progetti di robotica o legati all’internet delle cose, ma anche per chi vuole imparare a programmare. Consiste in una scheda di soli 5 millimetri di spessore (grande quanto una batteria Duracell – vedi foto in alto) che integra un microprocessore Broadcom a 1 GHz, 512 MB di memoria Ram (come un iPhone 4s), uno slot per schede microSD e un connettore mini HDMI per l’uscita video Full HD. Permette di collegare tastiera, mouse e monitor. Dotata di una porta Usb, entrata per una chiavetta Wi-Fi.

Funziona con una versione Linux chiamata Raspbian (basato su Debian), la quale una volta installata si apre con una interfaccia grafica stile Windows e un desktop di base con un menù per accedere a programmi e impostazioni. Pi Zero può essere impiegato anche per connettere oggetti fra di loro e realizzare applicazioni di domotica.

Antonio VivesTechComputer,Pi Zero,Raspberry,Raspbian
Una piccola scheda madre grande come una carta di credito. Si chiama Pi Zero e costa 5 dollari. Costruita da Raspberry in Usa e Gran Bretagna, si tratta del primo computer programmabile a questo prezzo. Si puo' giocare a Minecraft, connettere oggetti  smart, e usare Scratch, un programma tutorial...