Olanda infligge multa milionaria a Farmaceutica italiana per aver gonfiato del 30000% i prezzi di un farmaco

  • Il regolatore olandese ha multato Leadiant, il fornitore esclusivo di acido chenodesossicolico, necessario per curare una rara anomalia metabolica, circa 23 milioni di dollari.

L’Autorità olandese per i consumatori e i mercati (ACM) ha annunciato lunedì la sua decisione di multare la società italiana Leadiant per 19.569.500 euro (circa 23 milioni di dollari) per aver abusato della sua posizione dominante nel mercato e vendere il suo farmaco CDCA-Leadiant a un prezzo oltraggioso.

Il farmaco in questione contiene acido chenodesossicolico, usato per trattare pazienti con xantomatosi cerebrotendinea (CTX), una rara anomalia metabolica ereditaria che provoca danni irreparabili a causa dell’accumulo di acidi grassi in diverse parti del corpo.

Attualmente ci sono circa 60 persone nei Paesi Bassi che soffrono di questa malattia e hanno bisogno di assumere acido chenodesossicolico per il resto della loro vita. Mentre in precedenza il farmaco, che mancava di un’alternativa terapeutica equivalente, era disponibile con vari nomi commerciali ea prezzi accessibili, la situazione è cambiata radicalmente quando Leadiant è diventata l’unico produttore autorizzato a venderlo sul mercato

europeo.

Olanda infligge multa milionaria a Farmaceutica italiana per aver gonfiato del 30000% i prezzi di un farmaco

Secondo l’autorità di regolamentazione olandese, nel 2008 il prezzo massimo del farmaco era di 46 euro (54 dollari) per 100 capsule, ma alla fine del 2009 Leadiant ha cambiato nome e ha aumentato il prezzo a 885 euro (1.044 dollari). Intanto, nel 2014, l’acido chenodesossicolico è costato 3.103 euro (3.661 dollari) dopo che l’azienda farmaceutica ha chiesto di designarlo come “farmaco orfano”, destinato a curare una malattia rara che colpisce un piccolo gruppo di pazienti.

Nel 2017, Leadiant ha ottenuto il diritto esclusivo di fornire il farmaco al mercato europeo per 10 anni e ha sostituito il farmaco nei Paesi Bassi con uno identico con un nome commerciale diverso, CDCA-Leadiant, vendendolo ora a 14.000 euro (16.524 $) .

Tanto che in quasi un decennio l’aumento del prezzo dell’acido chenodesossicolico nel Paese ha costituito oltre il 30.000%. “Di conseguenza, il farmaco costa circa 153.000 euro per paziente all’anno”, ha concluso l’Autorità per i consumatori e il mercato.

Il prezzo elevato ha suscitato un’enorme protesta pubblica e la situazione è rimasta invariata fino a gennaio 2020, quando il Centro medico dell’Università di Amsterdam è riuscito a produrre il farmaco nei propri locali.

Valentina ContiCronacaTopAcido chenodesossicolico,Farmaceutica,Farmaco,Farmaco Leadiant,Leadiant,Olanda,Paesi Bassi
Il regolatore olandese ha multato Leadiant, il fornitore esclusivo di acido chenodesossicolico, necessario per curare una rara anomalia metabolica, circa 23 milioni di dollari.L'Autorità olandese per i consumatori e i mercati (ACM) ha annunciato lunedì la sua decisione di multare la società italiana Leadiant per 19.569.500 euro (circa...