Muore sommozzatore nel cercare il cadavere di Isabella Noventa

PADOVA – Un sommozzatore poliziotto è morto nel fiume Brenta in Veneto. Stava cercando il corpo di Isabella Noventa, la donna scomparsa il mese scorso. Il sub aveva 52 anni, è rimasto incastrato sott’acqua nei pressi delle chiuse di Stra (Venezia), nel corso della perlustrazione “palmo a palmo”. Dopo il salvataggio, il sub è stato trasportato d’urgenza in un ospedale di Padova dove sarebbe poi morto. La prolungata asfissia avrebbe procurato il decesso cerebrale.

Isabella Noventa è la 55enne padovana di cui non si hanno più notizie dallo scorso 15 gennaio. L’agente di polizia era in servizio al Centro nautico sommozzatori di La Spezia. Ad una tragedia si aggiunge un’altra triste notizia. Il luogo dove si è consumata quest’ultima tragedia era stato indicato dallo stesso Freddy Sorgato dopo la confessione rilasciata in una dichiarazione spontanea durante l’udienza per la convalida del fermo davanti al gip Cristina Cavaggion.

Federica SantoniCronacaTopDonna scomparsa,Fiume Brenta,Sub Poliziotto,Veneto
PADOVA - Un sommozzatore poliziotto è morto nel fiume Brenta in Veneto. Stava cercando il corpo di Isabella Noventa, la donna scomparsa il mese scorso. Il sub aveva 52 anni, è rimasto incastrato sott'acqua nei pressi delle chiuse di Stra (Venezia), nel corso della perlustrazione 'palmo a palmo'. Dopo...