Michio Kaku: Evoluzione Immortalità Alieni e ingorghi sulla Luna.

Michio Kaku (72 anni) è un fisico statunitense specializzato in teoria dei campi di stringhe che affascina i suoi seguaci (e sciocca i suoi detrattori) con previsioni basate sui passi della scienza attuale.

Alcune delle sue tesi sono così impressionanti che si deve rivedere il suo curriculum per non pensare di trovarsi di fronte a un lanciatore di carte che legge la fortuna su una televisione locale nelle prime ore del mattino. Ammiratore di Isaac Asimov e un buon giocatore di scacchi, quest’uomo ha portato la divulgazione della scienza alla televisione in prima serata e alle liste dei libri più venduti.

La carriera di Michio Kaku sembra un film TV dedicato al sogno americano

La sceneggiatura è affascinante. Un umile adolescente di famiglia che, anche al liceo, costruisce un collettore di particelle atomiche nel garage dei suoi genitori di oltre 200 chili. Questo apparecchio è capace di creare un campo magnetico 20 mila volte più potente di quello di una persona. Il suo obiettivo è generare un raggio di raggi gamma con potenza sufficiente per creare antimateria.

Con un tale progetto scolastico, Michio Kaku si presenta alla fiera della scienza di Albuquerque, nel New Mexico, e lascia senza parole Edward Teller, padre della bomba all’idrogeno. Una lettera di raccomandazione di questo scienziato consente a Kaku di ottenere una borsa di studio presso l’Università di Harvard nel 1968. È così che è iniziato tutto. Kaku adesso ha i capelli bianchi come una costellazione dell’oroscopo.

In una recente intervista ha raccontato:

Il nostro futuro dipende dall’esplorazione dello spazio. I dinosauri non avevano un programma spaziale, quindi non sono qui oggi. Lo facciamo. Pensa che il 99,9% delle specie che sono salite sulla Terra da quando è stata formata si sono estinte”.

L’estinzione è normale in natura. Se siamo l’eccezione è perché abbiamo il cervello. Questo è il motivo per cui ritengo inevitabile che, ad un certo punto, dovremo affrontare una crisi di sopravvivenza che potrebbe essere climatica, derivata da una guerra nucleare o causata da una pandemia”.

“Abbiamo bisogno di una polizza assicurativa e lo spazio è la salvezza. Stiamo iniziando una seconda era d’oro del viaggio nello spazio. Il primo è stato sviluppato con il programma Apollo, il cui budget nel 1966 era equivalente al 5% del PIL degli Stati Uniti, una cifra che oggi non è ipotizzabile”.

Alla conquista dello Spazio

“Ma in questi anni i costi sono crollati e ci sono aziende private e paesi che non sono superpotenze che investono in programmi spaziali. In questa nuova era sono i miliardari della Silicon Valley che pagheranno il conto“.

“Molti dei loro investitori hanno una visione ed è per questo che spendono così tanto denaro. Ad esempio, Elon Musk sognava viaggi interplanetari sin da bambino. Da parte sua, Jeff Bezos, l’uomo più ricco del mondo, vuole che la Terra sia un giardino, affinché l’industria pesante esca dall’atmosfera”.

“Negli anni ’60 ne avevamo uno: vincere i russi. E ci siamo riusciti. Poi tutto è andato in pezzi. La NASA non sapeva dove andare, mancava di incentivi. Ora ci sono nuovi soldi e nuove idee. Presto andare sulla luna non sarà raro e ci saranno ingorghi a causa del trasporto privato”.

Evoluzione dei ROBOT

“Musk afferma che i robot finiranno per rimpiazzarci mentre Zuckerberg crede che ci porteranno prosperità. Ritengo che il suo uso andrà a beneficio dell’economia ma che non è necessario essere ingenui. Ad un certo punto possono diventare autosufficienti. Ho intervistato i migliori ingegneri di robot al mondo e riconoscono che ora i prototipi hanno un’intelligenza di base. Ma questo cambierà rapidamente. Si evolveranno“.

“Presto avranno l’intelligenza di un topo, poi quella di un cane … Quando arriveranno alla scimmia dovremo preoccuparci, sarà pericoloso perché le scimmie sono consapevoli che non sono umani”.

Era super-tecnologica cambierà la visione di Dio e le religioni

“L’invenzione del telescopio ha avuto implicazioni religiose perché le persone cercavano il paradiso in paradiso. Oggi nessuno parla del paradiso come di un luogo fisico. Nel 1600 Giordano Bruno fu bruciato sul rogo per aver detto, tra l’altro, che potevano esserci altre civiltà nel cosmo”.

“Questa tesi era una minaccia per la Chiesa perché provocava domande che non erano state poste prima: gli alieni avrebbero avuto un Papa? Avrebbero creduto nella Santissima Trinità? Quando Galileo fu giudicato, dichiarò già che la scienza deve sapere verso dove vanno i cieli, mentre la Chiesa ha il compito di insegnare come entrare in paradiso. C’è la sfumatura. Ovviamente da allora la Chiesa è maturata molto. Non c’è conflitto, né ci sarà”.

L’immortalità digitale e quella fisica

Kaku prevede anche progressi che sconfiggeranno la morte. Quando parla dell’argomento, è molto consapevole che l’essere umano sarà pronto ad assumere l’immortalità.

“In primo luogo ci sarà un’immortalità digitale, poiché tutto sarà conosciuto. Verrà creato un avatar con tutte le nostre informazioni – la nostra impronta digitale – con foto, e-mail, conversazioni … Sarà una specie di libreria soul. Un giorno, invece di leggere un libro su Churchill, gli parleremo. Immagina che oltre a tutte le sue informazioni siamo riusciti a riprodurre il suo cervello, neurone su neurone. Per quanto riguarda l’immortalità fisica, arriverà grazie alla manipolazione genetica. I nostri geni possono essere riparati con la facilità con cui un meccanico ripara un motore oggi”.

Evitare qualsiasi contatto con gli alieni

“È molto arrogante dire che siamo soli nell’universo. Sono sicuro che ci siano altre civiltà da qualche parte. Penso che qualsiasi civiltà spaziale avanzata sarà pacifica. Se ci prendono milioni di anni di vantaggio, è più che sufficiente tempo per loro di risolvere i loro problemi e non essere colonizzatori”.

“Ma dobbiamo essere preparati nel caso non lo sia. Ecco perché dobbiamo essere cauti e passare inosservati. Inoltre, dubito che abbiano un interesse per noi se sono molto evoluti”.

Cosa ne pensi delle dichiarazioni di Michio Kaku?

Guardati la seguente video intervista e poi vieni a commentare l’articolo nel nostro Spazio UFO in Facebook. Ti aspettiamo!

Andrea TosiScienzaTopAlieni,Evoluzione Umana,Immortalità,Michio Kaku,Viaggi Spaziali,Video YouTube,Vita extraterrestre
Michio Kaku (72 anni) è un fisico statunitense specializzato in teoria dei campi di stringhe che affascina i suoi seguaci (e sciocca i suoi detrattori) con previsioni basate sui passi della scienza attuale. Alcune delle sue tesi sono così impressionanti che si deve rivedere il suo curriculum per non pensare...