Lucrezia Borgia: donna bellissima e perversa, tra realtà e leggenda

Chi è stata veramente Lucrezia Borgia? Intrigante, sanguinaria, corrotta, complice dei crimini più efferati del padre, il Papa Alessandro VI, e del fratello Cesare, il Duca Valentino, oppure strumento docile e senza volontà, merce di scambio per le mire ambiziose della sua famiglia?

Oggi Martedì 21 febbraio Enrico Ruggeri racconta a Il Falco e il Gabbiano l’intricata storia della donna descritta dai versi del poeta Pietro Bembo, perdutamente innamorato di lei, come una sovrana amorevole e accorta, amata dal popolo, ma conosciuta anche come una feroce assassina che eliminava senza scrupoli i suoi nemici con la cantarella, il terribile arsenico che si dice tenesse sempre a portata di mano in un anello.

Probabilmente Lucrezia Borgia era tutto questo. Il diavolo e l’acqua santa, una donna che ha vissuto in un’epoca difficile, che si è dovuta barcamenare in un mondo di uomini violenti e senza morale. Ma anche una donna con una fortissima personalità la cui fama ha attraversato i secoli senza mai cadere nell’oblio.

Data di nascita: 18 aprile 1480, Subiaco. Data di morte: 24 giugno 1519, Ferrara. Lucrezia Borgia, figlia illegittima del cardinale Roderic Llançol de Borja (più tardi divenuto Papa Alessandro VI), fu una delle figure femminili più controverse del Rinascimento italiano. Diretta streaming su www.radio24.it dalle 15:30 in compagnia di Enrico Ruggeri.

Leggi anche  Alimenti per bambini a base di riso con rischio Arsenico
Federica SantoniItaliaTopArsenico,Cantarella,Lucrezia Borgia,Rinascimento,Veleno
Chi è stata veramente Lucrezia Borgia? Intrigante, sanguinaria, corrotta, complice dei crimini più efferati del padre, il Papa Alessandro VI, e del fratello Cesare, il Duca Valentino, oppure strumento docile e senza volontà, merce di scambio per le mire ambiziose della sua famiglia? Oggi Martedì 21 febbraio Enrico Ruggeri racconta...