Hamilton e Vettel sul podio salutano la marea rossa di Monza

Il Gran Premio d’Italia sul circuito di Monza è stato un altro grande trionfo e non solo per Lewis Hamilton, ma per questo sport in generale, confermando, per coloro che ne avessero ancora bisogno, il grande spettacolo che sa offrire questo autodromo. Una enorme marea umana il cui colore rosso predominava su tutti gli altri, ha fatto invasione di pista per festeggiare la conclusione del Gran Premio: 1° Lewis Hamilton, 2° Sebastian Vettel e 3° Felipe Massa.

Il campione del mondo in carica e leader della classifica piloti, è stato perfetto. Sempre in prima posizione dalle prove, alle qualifiche, al warm up e alla bandiera a scacchi: solamente in un altra occasione era riusciuto a fare lo stesso. Intervistato Lewis non si ricordava di averlo già fatto: “ho la memoria che dura una settimana” ha detto sorridendo alla conclusione, mentre aspettava l’esito dell’indagine dei commissari di gara.

Negli ultimi giri del Gran Premio, mentre Rosberg fondeva il motore e si vedeva costretto a fermarsi, dai Box della Mercedes veniva dato l’ordine a Hamilton di tirare, nonostante avesse oltre 20 secondi di vantaggio su Vettel che lo inseguiva: “senza discutere fai quello che ti diciamo, poi ti spieghiamo“, il messaggio via radio del suo team.

Lewis Hamilton si inchina a ringraziare la sua Mercedes a Monza

La cosa si colorava così di mistero, tanto che a fine gara la Mercedes andava sotto investigazione. Ovunque veniva spiegato che il motivo era il fatto la pressione dei pneumatici non era regolamentare, era più bassa di 0,3 del minimo su entrambe le vetture, particolare che regalava a Hamilton molto più grip in uscita dalle curve.

Un chiaro vantaggio per la monoposto con questo accorgimento, tanto che il team box ha ordinato a Hamilton di spingere per poter arrivare a chiudere con oltre 25 secondi di vantaggio dalla Ferrari, in modo da soperire una eventuale squalifica (la penalizzazione sarebbe stata di 25 secondi) e far rimanere sempre primo Lewis.

A sorpresa però, dopo un’ora di consiglio, la decisione finale è stata a favore della Mercedes alla quale non è stata data nessuna penalità. La Fia ha confermato l’ordine di arrivo con la vittoria di Lewis Hamilton davanti a Sebastian Vettel e Felipe Massa. Questa la spiegazione del team principal della Mercedes Toto Wolff: “Non c’è nessuna penalità. E’ una questione di procedura, come si misura la pressione. Avevamo fatto tutto in accordo con la Pirelli. Siamo i primi che lavoriamo per la sicurezza”. Ma allora perchè è stato dato l’ordine di spingere a Hamilton quando, per vincere in sicurezza, avrebbe persino potuto ridurre il tempo su gioro di tre secondi? Lo stesso pilota in una intervista nell’immediato post-gara, aveva dichiarato che l’ordine dato via radio, andava contro ogni logica.

Vittoria a Monza confermata quindi per Lewis Hamilton il quale incrementa il suo vantaggio in classifica: “Incredibile il pubblico qui. Vittoria con 25 secondi di vantaggio? Non potevo farcela senza il mio team. Quello che abbiamo fatto e’ molto speciale, hanno lavorato tanto per darmi questa vettura durante il week-end”.

Contento anche Sebastian Vettel: “Grazie ragazzi, forza Ferrari, forza Monza sempre”, dopo aver tagliato il traguardo in seconda posizione. Visibilmente emozionato anche sul podio quando sotto di lui, sul rettilineo del circuito, si è formata un “marea rossa” di persone, tanto che persino Hamilton è rimasto senza parole dallo spettacolo offerto. Solo “wow” è riuscito a dire prima della premiazione.

La Ferrari di Kimi Raikkonen ferma in partenza parte in ritardo

E Kimi Raikkonen? Secondo sulla griglia di partenza, alla fine è arrivato quinto, al termine di una grande rimonta. Allo scattare dei semafori verdi non è riuscito a partire subito perdendo tantissime posizioni. Ecco il suo commento del filandese della Ferrari: “Io ho fatto le cose nella maniera giusta e per quanto ne so io e’ andato in stallo, non so cosa sia sucesso. E’ stata una cosa negativa. In questo momento quando parti dalla seconda posizione e pochi secondi dopo sei all’ultimo posto non puoi essere contento. Ho sprecato un’opportunita’, poi ho fatto il meglio che potevamo dopo la partenza ma non ho molto da dire”.

Antonio VivesSportTopFerrari,Formula 1,GP Italia,Lewis Hamilton,Monza
Il Gran Premio d'Italia sul circuito di Monza è stato un altro grande trionfo e non solo per Lewis Hamilton, ma per questo sport in generale, confermando, per coloro che ne avessero ancora bisogno, il grande spettacolo che sa offrire questo autodromo. Una enorme marea umana il cui colore...