Foto della moneta Dollaro USA

In questi giorni di tensione per l’esito della vicenda sulla Grecia ecco che dobbiamo riscontrare il rafforzamento dell’euro ai danni del dollaro. Nonostante l’incognita del possibile default di Atene, infatti, il mercato ha premiato il dollaro spingendo a rialzo l’euro per via della decisione della Fed che ha rimandato, ufficialmente, l’aumento dei tassi di interesse.

Questa decisione era molto attesa dal mercato e la paura era che il board della Fed potesse optare per un aumento in tempi rapidi nonostante il difficile contesto internazionale. Al momento la decisione è stata rimandata all’autunno ma, come giustamente sottolineato da miglioriforexbroker, bisognerà vedere il contesto in quel periodo perchè non è escluso che non si vada a finire al 2016, come molti analisti si augurano.

Nel frattempo l’euro si è attestato intorno a quota 1,13 sul dollaro.

Lunedì è atteso un vertice europeo di emergenza per cercare di scongiurare il default della Grecia ma la situazione sembra essere compromessa. Ovviamente nel caso si verifichi l’ipotesi più pessimistica (default e uscita dall’euro della Grecia) si potrebbe assistere ad un vero e proprio tracollo della moneta unica con target la parità con il dollaro.

Ovviamente la situazione rimane ancora molto delicata e non sono chiari alcuni aspetti fondamentali che potrebbero lasciar intuire in quale direzione si andrà. Da un lato sembra che la volontà sia quella di arrivare ad un accordo, dall’altro analizzando questi mesi di trattative sembra che poco o nulla sia stato fatto.

Nel complesso il forex ha sancito il ribasso dell’euro sul dollaro che ormai da oltre un mese si attesta tra 1,08 e 1,15 dollari. Il primo supporto utile in questa fase di mercato sull’euro-dollaro è 1,1304, e successivamente 1,1290. Ovviamente in caso di ufficializzazione del default di Atene questi supporti non avrebbero scampo e i trader sarebbero costretti a “navigare a vista” perchè quella che ci si troverebbe ad affrontare è una situazione nuova e mai esplorata prima.

In queste ore concitate tutti i principali analisti sono pronti a scommettere che i recenti rialzi dell’euro abbiano vita breve e che già a partire da lunedì si possa assistere a dei consistenti ribassi in attesa della risoluzione della riunione di emergenza del vertice europeo.

Andrea TosiEconomiaBroker,Dollaro,Forex
In questi giorni di tensione per l'esito della vicenda sulla Grecia ecco che dobbiamo riscontrare il rafforzamento dell'euro ai danni del dollaro. Nonostante l'incognita del possibile default di Atene, infatti, il mercato ha premiato il dollaro spingendo a rialzo l'euro per via della decisione della Fed che ha rimandato,...