Perché Higuain ha perso la testa contro l'arbitro Irrati in Udinese-Napoli 3-1

Gonzalo Higuain ha perso la testa durante la partita Udinese-Napoli finita con la sconfitta degli ospiti con il risultato di 3-1. Higuain ha segnato uno splendido gol, il suo 30° gol in 31 partite in Serie A, quello del momentaneo pareggio, poi però perde la testa con un fallo di reazione per un calcio a Felipe a palla lontana e già nervoso da diversi minuti, per poi arrivare a mettere le mani addosso all’arbitro Irrati di Pistoia. Durante i momenti immediatamente successivi all’aver ricevuto il secondo cartellino giallo che ha provocato la sua espulsione al 75′, Higuain ha completamente perso il lume della ragione dando in escandescenza. Ci sono voluti i compagni per calmarlo altrimenti non sappiamo cosa sarebbe potuto succedere. Nelle immagini che riassumono la partita possiamo rivedere questi incredibili momenti con Higuain che con difficoltà viene allontato dal campo dopo il cartellino rosso.

Ma perché Higuain ha perso la testa contro l’arbitro Irrati. Possiamo iniziare con il dire che Higuain, come tanti altri giocatori stranieri, giocano in un campionato dove si parla molto di più di quello che effettivamente si gioca sul campo. Le continue critiche ataviche su Juventue e arbitri, la teoria del complotto nella quale ci sarebbe un controllo totale sul campionato da parte della Juve con manipolazione costante degli arbitri pro juve, rigori dati e rigori non dati, tutti questi discorsi da bar non fanno certo bene, in generale, al calcio italiano. Higuain ha ricevuto una ingiustizia, un fallo che Irrati non ha valutato tale o che molto probabilmente non ha visto. Il Napoli stava perdendo 3-1 con due calci di rigore decretati dall’arbitro, il secondo con doppia parata di Gabriel (sostituto di Reina squalificao), sei punti di distanza dalla Juventus che significano addio ai sogni di gloria per lo scudetto, la Roma aveva vinto il derby contro la Lazio 1-3 avvicinandosi al secondo posto che significa Champions League, Sarri che sicuramente non si limita nel placare gli animi nei pre-partita, il gol di Zaza a pochi minuti dalla fine in Juve-Napoli 1-0 che ha decretato il sorpasso in classifica al termine di una lunghissima rimonta e l’inizio della crisi azzurra. Possiamo solamente immaginare sotto quale pressione psicologica scende in campo ultimamente Higuain, cosciente inoltre che i suoi gol hanno e stanno decidendo in forma pesante la partecipazione del Napoli in Serie A. La stampa poi non aiuta certo a gestire la situazione, come ad esempio il commento del giornalista Maurizio Pistocchi che ha pubblicato su Twitter questo messaggio: “Higuain ha sbagliato e verrà pesantemente squalificato, il problema sono quelli che fanno anche peggio e non vengono neanche ammoniti”. Benzina sul fuoco che non aiuta per certo al nostro calcio di migliorarsi. Sembra poi che Pistocchi abbia dichiarato a YouPremium che “è colpa di Bonucci se Higuain ha questo comportamento”, affermazione che ha scatenato non poche reazioni sui social.

Ogni partita di calcio contiene al suo interno tanti episodi discutibili, come giusto che sia del resto, per questo è tanto appassionante il calcio ed è sempre sulla bocca di tutti. Un fallo di reazione, però, è un atto grave che mai si dovrebbe vedere se pensiamo che a presenziare alle immagini in diretta ci sono pure tanti bambini che prendono esempio dai grandi giocatori, come Gonzalo Higuain.

Allontanato anche Maurizio Sarri, nel primo tempo, il quale ha così commentato: “Ho solo detto a Irrati che stava arbitrando malissimo, se non si può dire nemmeno questo. Mi spiace uscire con due squalificati, al di là della mia di espulsione”. Sulla espulsione di Higuain e la sua reazione, Sarri afferma che Gonzalo “mi ha detto che non ha fatto niente e ha preso il secondo giallo, era dispiaciuto perché è attaccatissimo a questi colori”. Contenute le critiche sul secondo calcio di rigore sul quale Sarri dice che “dalla panchina non mi sembrava tale, ma dovrei rivederlo. Al di là degli episodi, la conduzione della gara non mi è sembrata esemplare”.

Insomma, a noi sembra piuttosto che tutto l’ambiente del Napoli abbia, da parecchie giornate di campionato, perso concentrazione e “modus operandi”, almeno ad iniziare dalla sconfitta con la Juventus, e che Higuain sia stato solamente la punta di un iceberg carico di tensioni, che dimostra come per vincere uno scudetto occorra ben altro che un super capocannoniere come Gonzalo.

Per placare un po’ gli animi, vi lasciamo con questa simpatica vignetta divertente pubblicata da “Gli Autogol” su Twitter.

Antonio VivesCalcioTopArbitro Irrati,Higuain,Napoli,Serie A,Udinese Napoli
Gonzalo Higuain ha perso la testa durante la partita Udinese-Napoli finita con la sconfitta degli ospiti con il risultato di 3-1. Higuain ha segnato uno splendido gol, il suo 30° gol in 31 partite in Serie A, quello del momentaneo pareggio, poi però perde la testa con un fallo...