Come si dice pane in cinese? Miànbao. E sale in arabo? Malh. Olio in spagnolo? Aceite, che però in russo suona masla e più semplicemente òleo in portoghese. Sono solo alcuni degli oltre 50mila termini contenuti nel “Dizionario dell’Alimentazione in 9 Lingue”, la prima opera digitale dedicata agli alimenti, alle tecniche di cucina, all’educazione e alla sicurezza alimentare.

Questa nuova app, pubblicata dalle Edizioni PLAN di Loreto (AN), è disponibile sia in versione web che per le piattaforme Android e IOS. Di utilizzo semplice e intuitivo, l’app consente di scoprire la traduzione e la pronuncia di prodotti e tecniche di cucina in italiano e in 8 tra le lingue più diffuse al mondo: arabo, cinese, francese, inglese, russo, portoghese, spagnolo e tedesco.

E’ disponibile sul sito internet www.expodictionary.com. Questa iniziativa editoriale, che ha ottenuto il patrocinio del Comitato organizzatore di Expo 2015, intende anche rispondere al crescente interesse del pubblico italiano per le tematiche relative alla cucina, visto pure il grande successo di reality come Masterchef e degli altri programmi tv a tema gastronomico.

Il “Dizionario dell’Alimentazione in 9 Lingue” contiene le traduzioni di oltre 50mila termini relativi a scienza e tecnologia per l’alimentazione; prodotti, preparazioni e tecniche di cucina; nutrizione ed educazione alimentare; sicurezza alimentare.

L’app consente inoltre di poter ascoltare l’esatta pronuncia delle parole nelle diverse lingue e fornisce definizioni dettagliate e note informative che ne precisano il significato. Sono anche presenti migliaia di illustrazioni ed immagini, che aiutano a conoscere meglio prodotti e tecniche di cucina. Il dizionario è inoltre disponibile in una versione in 3 lingue (italiano, inglese e cinese), pubblicato anche in forma cartacea e in vendita su Amazon.

L’opera è stata realizzata dalle Edizioni PLAN, casa editrice del gruppo ELI-La Spiga Edizioni specializzata nel settore dell’enogastronomia e della nutrizione, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali dell’Università di Milano e con ALMA, la Scuola internazionale di Cucina Italiana diretta dal grande chef Gualtiero Marchesi.

“Il nostro obiettivo era di realizzare uno strumento che potesse rispondere alle esigenze di un pubblico vasto, eterogeneo e privo di una preparazione specifica, come quello dei visitatori dell’Expo o dei telespettatori dei cooking show televisivi”, ha dichiarato Michele Casali, amministratore delegato del gruppo ELI-La Spiga Edizioni. “Questo Dizionario digitale fornisce anche un utile database terminologico per le necessità dei professionisti del settore. Insomma, costituisce lo strumento ideale da portare sempre con sé, per una migliore comprensione delle diverse culture alimentari e anche delle varie tecniche gastronomiche internazionali”.

Valentina ContiSaluteTechAlimentazione,App,App Cucina,Cucina,Dizionario,Enogastronomia,Expo 2015,Nutrizione
Come si dice pane in cinese? Miànbao. E sale in arabo? Malh. Olio in spagnolo? Aceite, che però in russo suona masla e più semplicemente òleo in portoghese. Sono solo alcuni degli oltre 50mila termini contenuti nel “Dizionario dell’Alimentazione in 9 Lingue”, la prima opera digitale dedicata agli alimenti,...