Dai rincari dei carburanti pesantissimi effetti per le tasche dei consumatori. Lo denuncia oggi il Codacons, che fa i conti dei rialzi di benzina e gasolio per le famiglie italiane.

“Rispetto a maggio dello scorso anno la benzina costa oggi il 16,3% in più, mentre il gasolio è cresciuto del +15,3% – spiega il presidente Carlo Rienzi – Questo significa che per un pieno di benzina ad un’auto di media cilindrata un automobilista spende oggi +11,1 euro rispetto a maggio de 2020, +9,6 euro per il gasolio”.

“Agli effetti diretti della corsa dei carburanti occorre poi aggiungere quelli indiretti: l’aumento dei listini di benzina e gasolio alla pompa determina rincari a cascata sui prezzi al dettaglio a causa dei maggiori costi di trasporto, come certificato dall’Istat nell’ultimo dato sull’inflazione, in forte crescita proprio come conseguenza dei rincari dei beni energetici – prosegue Rienzi – Il rischio dunque è quello di una maxi-stangata per le tasche dei consumatori, con rincari a cascata in tutti i settori”.

Valentina ContiItaliaTopBenzina,Carburanti,Codacons,Inflazione,Stangata
Dai rincari dei carburanti pesantissimi effetti per le tasche dei consumatori. Lo denuncia oggi il Codacons, che fa i conti dei rialzi di benzina e gasolio per le famiglie italiane.“Rispetto a maggio dello scorso anno la benzina costa oggi il 16,3% in più, mentre il gasolio è cresciuto del...