A due mesi di distanza dalle forti piogge che devastarono la regione di Atacama in Cile, è successo un fenomeno straordinario e senza precedenti nel destero piu’ arito del mondo e in pieno autunno. Un mare di fiori in distinti luoghi di Vallenar e Copiapó. A differenza di altri anni dove avviene tra settembre e novembre, la fioritura del deserto oggi appare con distinti colori ai margini della Ruta 5, all’altezza di Llanos de Castilla o settore Pajarito.

Meravigliati anche i tour operator i quali hanno dichiarato che la fioritura di quest’anno è molto più abbondante degli anni precedenti. Dove di norma c’è sabbia e un paio di rocce al massimo, oggi, grazie alle piogge delle scorse settimane, il deserto di Atacama si è trasformato in una grande prateria piena di colori e fiori selvatici. Esperti della zona pensano che il fenomeno sia dovuto al violento cambio climatico che stiamo vivendo.

Un fenomeno unico e di rara bellezza che i tour operator della zona invitano a conoscere in modo responsabile senza rovinare la flora.

Federica SantoniEsteriScienzaCile,Deserto Atacama,Fiori
A due mesi di distanza dalle forti piogge che devastarono la regione di Atacama in Cile, è successo un fenomeno straordinario e senza precedenti nel destero piu' arito del mondo e in pieno autunno. Un mare di fiori in distinti luoghi di Vallenar e Copiapó. A differenza di altri...