Ciclone Idai provoca oltre 350 morti in Africa.

Il governo del Mozambico ha proclamato tre giorni di lutto nazionale per le vittime del ciclone Idai, uno dei più distruttivi negli ultimi decenni in Sud Africa, che ha causato più di 350 morti e più di 1,7 milioni colpiti in questo paese, Zimbabwe e Malawi.

Il Presidente del Mozambico, Filie Nyusi, aggiungendo che sono iniziati i tre giorni di lutto a partire da Mercoledì, ha inviato le sue condoglianze alle famiglie delle vittime del ciclone, che ha lasciato una scia di distruzione di massa in distese di sud-est dell’Africa.

Ha detto che circa 350 mila cittadini sono a rischio a causa del ciclone e delle inondazioni causate da forti piogge.

Le acque hanno invaso un tratto di terreno larga circa 50 chilometri nel centro del Mozambico, mettendo in pericolo più di 100 mila persone, ha riferito l’organizzazione Save the Children.

Mercoledì scorso, il presidente dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa, ha visitato la comunità montuosa di Chinanimani, una delle più devastate, al confine orientale con il Mozambico, dove sono state sfollate circa 15 mila persone.

Valentina ContiEsteriTopAfrica,Ciclone,Inondazioni,Malawi,Mozambico,Tragedia,Zimbabwe
Il governo del Mozambico ha proclamato tre giorni di lutto nazionale per le vittime del ciclone Idai, uno dei più distruttivi negli ultimi decenni in Sud Africa, che ha causato più di 350 morti e più di 1,7 milioni colpiti in questo paese, Zimbabwe e Malawi. Il Presidente del Mozambico,...