Morata festeggia il gol partita a Manchester assieme a Dybala Cuadrado e Pogba.

Si pensava ad una disfatta a Manchester contro il City nella partita di esordio di Champions League. E invece la “nuova” Juventus, partita fin dall’inizio con Cuadrado titolare sulla destra, ha vinto 1-2 al termine di una partita spettacolare, resa ancora più importante per il fatto che i bianconeri erano sotto di un gol che a tutti era sembrato irregolare, tranne che ai 5 arbitri in campo.

Kompany si appoggiava sulle spalle di Chiellini costringendolo a farsi un autogol. Le proteste bianconere non sono servite a nulla e al 57′ City passava in vantaggio. La Juve non perdeva la calma, e lentamente costruiva le azioni di gioco necessarie per rimontare la partita. Al 70′ Super Mario Mandzukic in spaccata appoggiava in gol la palla ottimamente servita con un lancio alla Platini di Pogba. Costretto a uscire al 78′ per un dolore muscolare, entrava al suo posto Dybala. All’81’ un’opera d’arte di Morata regalava alla Juventus il meritato vantaggio.

La gara di Manchester verra’ ricordata non solo per il ritorno alla vittoria della Juventus contro un City che arrivava da 5 vittorie consectuvie in Premier League senza subire gol, ma anche per le incredibili parate di Gigi Buffon che all’eta’ di 37 anni, dimostra di avere ancora un po’ di cartucce da sparare. Gli interventi miracolosi del portierone bianconero, anche dopo lo svantaggio, hanno permesso alla Vecchia Signora di rimanere in partita.

Antonio VivesCalcioTopChampions League,Gigi Buffon,Juventus,Manchester City,Manchester City Juventus,Morata,Super Mario Mandzukic
Si pensava ad una disfatta a Manchester contro il City nella partita di esordio di Champions League. E invece la 'nuova' Juventus, partita fin dall'inizio con Cuadrado titolare sulla destra, ha vinto 1-2 al termine di una partita spettacolare, resa ancora più importante per il fatto che i bianconeri...