Roberto Vecchioni

L’artista Roberto Vecchioni incontra gli studenti alla Facoltà di Ingegneria di Palermo il 3 dicembre. Ad un certo punto la frase che ha scatenato le reazioni in Italia: “E’ inutile che ti mascheri dietro il fatto che hai il mare più bello del mondo, non basta. Sei un’isola di merda”.

Una definizione della Sicilia, raccolta da PalermoToday, arrivata perchè il cantautore brianzolo sarebbe rimasto negativamente colpito al suo arrivo: “Arrivo dall’aeroporto e venendo in città vedo tre file di macchine in mezzo alla strada. Si passa con una fatica tremenda. Vedo 400 ragazzi su 200 senza casco. Questo significa che tu non hai capito cos’è il senso di esistenza con gli altri”.

Ovvie e immediate le reazioni sul web (su internet appaiono sempre frasi molto colorite in questi casi). Tra commenti al vetriolo e una lunga serie di insulti rabbiosi, il cantautore 72enne si è visto costretto a cancellare la presentazione dell’ultimo romanzo “Il mercante di luce” alla libreria Modusvivendi di Palermo.

Roberto Vecchioni ha poi aggiunto: “Non amo la Sicilia che non si difende e rovina la sua cultura. Non amo la Sicilia che quando vado a vedere Selinunte e Segesta non c’è nessuno. Non amo questa Sicilia che si butta via, non la posso amare”.

C’è comunque chi ha difeso il cantautore, come il sindaco di Palermo Leoluca Orlando: “conferma di essere un grande amico della Sicilia e dei siciliani. Con le sue parole ci ha ricordato che la Sicilia merita molto di più e molto di meglio di ciò che ha oggi. Ci ha ricordato che la Sicilia, tutta la Sicilia è davanti ad un bivio e che prendere la strada giusta o sbagliata dipende soprattutto dai siciliani”.

Immancabile l’intervento della “politica”. Così la senatrice palermitana Simona Vicari, Sottosegretario di Stato al Ministero dello Sviluppo Economico, su Twitter: “Commenti di #Vecchioni sono sproloqui volgari. Rispetti la #Sicilia che da millenni è un faro della cultura euromediterranea”.

Alla fine è arrivata la spiegazione data dal professore:

“Vedendo quello che c’era scritto su Facebook mi sono intristito, è stato un quiproquo a creare tutto questo casino. Sì, una parolaccia mi sarà pure scappata ma la mia è stata una provocazione d’ amore. Le mie non erano frasi dette con astio, non contenevano alcun sentimento di razzismo, io ho parlato per amore: le cose si devono pur dire, inutile nascondersi dietro alibi, dietro un mare strepitoso. Qui davvero ci sono intelligenze, cultura, bellezza ai massimi livelli, ma appena sceso dall’aereo mi sono trovato intrappolato in un traffico infernale, in un caos incredibile. Ho provato rabbia”.

Andrea PaolaIntrattenimentoTopPalermo,Roberto Vecchioni,Sicilia
L'artista Roberto Vecchioni incontra gli studenti alla Facoltà di Ingegneria di Palermo il 3 dicembre. Ad un certo punto la frase che ha scatenato le reazioni in Italia: 'E' inutile che ti mascheri dietro il fatto che hai il mare più bello del mondo, non basta. Sei un'isola di...