Bird strike: volo aereo Easyjet costretto al rientro a Lamezia Terme.

Erano scattate le sirene di emergenza, mercoledì mattina, all’aeroporto di Lamezia Terme per un volo aereo della Easyjet decollato verso Milano Malpensa, costretto a tornare indietro dieci minuti dopo il decollo, perché uno dei motori si era danneggiato a causa di alcuni uccelli che vi erano entrati. Il pilota, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si è accorto nella fase di decollo che un motore si è danneggiato dall’ingresso degli uccelli ed ha preferito, per ragioni di sicurezza, non proseguire il viaggio e rientrare nello scalo di partenza. L’allerta è scattata alle 9:41, quando l’aereo era decollato da pochi minuti e la torre di controllo ha chiesto ai pompieri e ai soccorritori di sistemarsi in pista. Il cessato allarme è arrivato alle 9:55, con il velivolo che è atterrato senza nessun problema e facendo scendere normalmente dalla scaletta tutti i passeggeri. L’Airbus 319 della compagnia britannica trasportava 159 passeggeri che sono ripartiti su un secondo aereo messo a disposizione dalla compagnia aerea per il trasferimento a Milano Malpensa.

Valentina ContiCronacaTopEasyJet,Lamezia Terme,Milano Malpensa,Uccelli,Volo aereo
Erano scattate le sirene di emergenza, mercoledì mattina, all'aeroporto di Lamezia Terme per un volo aereo della Easyjet decollato verso Milano Malpensa, costretto a tornare indietro dieci minuti dopo il decollo, perché uno dei motori si era danneggiato a causa di alcuni uccelli che vi erano entrati. Il pilota,...