Johnny Depp in bancarotta, i motivi del fallimento

La società che negli ultimi anni ha gestito il patrimonio del divo di Hollywood Johnny Depp, si difende dalle accuse mosse dall’attore (i suoi avvocati chiedono un risarcimento di 25 milioni di dollari) e rilancia chiedendo all’attore 560 mila dollari per le commissioni non pagate e le spese legate alle sue carte di credito. L’attore era già in debito con la società per 4,2 milioni di dollari. Motivo della bancarotta di Johnny Depp sarebbe da imputare al sperpero finanziario del divo. Dai 200mila dollari al mese in voli privati, ai 150mila di sicurezza privata e 300mila di staff personale (composto da 40 persone), fino ai 30mila al mese in vino e l’acquisto di uno yacht da 18 milioni di dollari e 45 vetture di lusso. Senza dimenticare le proprietà immobiliari da sogno, come il castello in Francia e un’isola dei Caraibi. Una vita non certo morigerata, che adesso chiederebbe il salato conto all’attore. Conti alla mano, insomma, la vita sopra le righe dell’affascinante pirata dei Caraibi sarebbe costata una media di 2 milioni di dollari al mese per vent’anni, mandando in fumo i milioni di dollari di cachet guadagnati da Johnny Depp.

Andrea PaolaBreaking NewsBancarotta,Fallimento,Johnny Depp
La società che negli ultimi anni ha gestito il patrimonio del divo di Hollywood Johnny Depp, si difende dalle accuse mosse dall'attore (i suoi avvocati chiedono un risarcimento di 25 milioni di dollari) e rilancia chiedendo all'attore 560 mila dollari per le commissioni non pagate e le spese legate...