Avril Lavigne è morta, sostituita da un sosia.

Si tratta di una teoria del complotto sulla sua morte avvenuta, si crede, nel 2003. Una teoria che gira molto per la Rete nonostante che il suo creatore abbia ammesso che e’ una bugia. Anche se molti l’avevano data per morta musicalmente parlando, questo fine settimama Internet l’ha rifatta rinascere.

Non e’ la prima volta che succede. Gia’ nel 2011, Avril Lavigne fu vittima di un hoax, nel quale si parlava della sua morte avvenuta mentre faceva snowboard. La notizia (falsa) si diffuse come un virus nelle reti sociali. Questa volta pero’ superiamo il limite del surrealismo con Avril che sarebbe passata a far parte di un presitiogoso club di personaggi famosi nel quale farebbero parte anche Paul McCartneyElvis Presley e Keanu Reeves. Un club che possiamo ribattezzare cosi’, il club della leggenda urbana.

Tutto e’ cominciato in Brasile, con un blogspot chiamato “Avril esta morta“, scritto in portoghese e aperto dal 2011, nel quale si raccoglie la teoria che Lavigne è morta nel 2003 ed è stata sostituita da una attrice, proprio quando era appena uscito il primo disco di successo della canadese. In molti l’avevano identificata come la rivale delle Britney Spears del momento.

Secondo questa teoria, Avril non sarebbe stata capace di resistere alla troppa fama arrivata cosi’ velocemente. Questo, più la morte del nonno, il divorzio dei suoi genitori e la pressione per produre un secondo disco di ugual successo del primo, l’avrebbero spinta in una profonda depressione spingendola fino al suicidio.

Il corpo senza vita e’ stato incontrato senza che nessuno potesse fare nulla per salvarla. Ma a quanto sembra a pochi interessava, in quanto venne subito sostituita da una sosia chiamata Melissa Vandella, la quale continuerebbe ancora oggi a farsi passare per Avril mentre la sua famiglia resta in silenzio.

People Honestly Believe Avril Lavigne Is Dead And An Impersonator Has Taken Over.

La teoria viene accompagnata da comparazioni abbastanza ridicole sull’apparizione e scomparsa di nei nella pelle dell’artista, la trasformazione delle sue narici, il cambio radicale di stile e condotta da un disco all’altro, cosi’ come interpretazioni di messaggi subliminali nelle testo delle canzoni.

L’assurdo e’ che anche la pagina web “Avril esta morta” specifica che si tratta chiaramente di una burla. Insomma, sarebbe un modo per dimostrare la facilità con cui una teoria cospirativa può sembrare vera. La notizia ha preso comunque corpo ed e’ stata “pompata” da un collegamento in un network di blog simili che teorizzano sui presunti decessi di personaggi famosi e successivamente sostituiti da un doppio, e tutti con lo stesso unico scopo.

Nonostante gli avvisi che si trattasse di una bufala, la notizia e’ diventata virale e molte persone in tutto il mondo hanno preferito lasciarsi trasportare per il mistero, accettando questa teoria come una possibilita’ reale. Tradotto in diverse lingue, il tema viene trattato in forum e pagine di Facebook, realizzando fotomontaggi video su YouTube, con l’intento di provare la veridicita’ del complotto. Persino media considerati seri come GawkerNoisey o Paper Mag, si sono lasciati andare dall’emozione e hanno rilanciato la notizia questo ultimo fine settimana.

Domanda finale: ma perché ci piace tanto credere a cose che sappiamo essere bugie?

Fonte originale qui.

Andrea PaolaIntrattenimentoTopAvril è morta,Avril Lavigne,Bufala,Melissa Vandella,Mistero,Teoria del Complotto,Teorie del complotto
Si tratta di una teoria del complotto sulla sua morte avvenuta, si crede, nel 2003. Una teoria che gira molto per la Rete nonostante che il suo creatore abbia ammesso che e' una bugia. Anche se molti l'avevano data per morta musicalmente parlando, questo fine settimama Internet l'ha rifatta...