Allarme per ostriche contaminate dalla Corea

Tramite il sistema d’allerta per alimenti e mangimi, è stato segnalato il riscontro di Norovirus (virus della famiglia dei Caliciviridae, responsabili di gastroenteriti acute di origine non batterica) sul mercato internazionale di ostriche.

I molluschi provengono dalla Corea mentre l’allarme è stato lanciato dal Dipartimento della Salute delle Hawaii (DOH) che hanno attivato il sistema di allerta al fine di adottare le misure di ritiro dei lotti contaminati a tutela della salute pubblica.

La positività è stata riscontrata su campioni prelevati nell’allevamento di origine dopo essere stati inviati all’ US Food and Drug Administration Gulf Coast Seafood con laboratorio in Alabama per i test, ed i campioni sono risultati positivi al norovirus. Con i risultati di laboratorio positivi, il DOH ha ordinato l’embargo di tutto il prodotto e la distruzione di tutti i molluschi detenuti dai distributori e ristoranti.

Il Norovirus è altamente contagioso, anche se non è generalmente pericoloso. Causa vomito e diarrea e non vi è alcuna cura specifica, occorre aspettare che passi da solo, di solito in un paio di giorni. Qualora contratto, non vi è la necessità di consultare il medico curante, ma rimangono comunque sintomi a dir poco fastidiosi con disfunzioni fisiche che di certo si preferirà evitare.

Le ostriche sono il veicolo di trasmissione del temibile norovirus e anche un serbatoio naturale. Per questo motivo non andrebbero mai consumate crude anche se questo comportamento stride con molte abitudini e tradizioni culinarie soprattutto di località vicino alla costa dei mari.

Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, rilanciando l’allerta del Dipartimento della Salute delle Hawaii, e considerata la gravità del rischio per la salute umana correlata alla presenza del patogeno, raccomanda alle Autorità sanitarie nazionali di effettuare tutti gli accertamenti per individuare eventuali partite di molluschi contaminate provenienti dalla Corea, trattandosi di prodotto che viene consumato in particolare in occasione delle feste di Natale. Di qui l’invito ad analizzare con molta attenzione i frutti di mare e soprattutto di consumarli solo cotti, anche perché è stato dimostrato che il norovirus resiste per settimane nei tessuti del mollusco, e non viene eliminato con le normali depurazioni industriali realizzate prima della vendita .

Andrea TosiSaluteCibo contaminato,Corea del Nord,Norovirus,Ostriche
Tramite il sistema d’allerta per alimenti e mangimi, è stato segnalato il riscontro di Norovirus (virus della famiglia dei Caliciviridae, responsabili di gastroenteriti acute di origine non batterica) sul mercato internazionale di ostriche.I molluschi provengono dalla Corea mentre l'allarme è stato lanciato dal Dipartimento della Salute delle Hawaii (DOH) che...