2 milioni di gatti moriranno in Australia

Danno ecologico. Questo e’ il motivo con il quale si giustifica lo sterminio di due milioni di gatti in Australia. Secondo il governo locale la specie animale dei gatti selvaggi, si e’ moltiplicata in maniera considerevole negli ultimi anni. Una crescita che ha messo in pericolo la diversita’ animale del paese.

Il tempo utile per mettere in atto questo provvedimento e’ di 5 anni. Due milioni di gatti domestici che vivono in forma selvaggia e che in alcuni casi hanno raggiunto dimensioni considerevoli, verranno “terminati”. L’annuncio e’ stato dato dal ministro dell’ambiente, Greg Hunt.

Secondo le ultime stime, in Australia vivono 30 milioni di questi felini, i quali antenati raggiunsero l’Australia nel secolo XVII per mezzo dei conquistatori. Secondo il ministero, i gatti sono co-responsabili dell’estinzione di 27 specie di mammiferi, mentre altre 120 specie sono in pericolo.

Le autorita’ si stanno adoperando nel posizionare trappole e veleni nel territorio. Secondo altri esperti, pero’, la migliore soluzione sarebbe utilizzare il nemico naturale dei gatti, come il “canis lupus dingo” della famiglia dei lupi (di origine asiatica) o il diavolo della tasmania, un mammifero marsupiale appartenente alla famiglia dei Dasiuridi).

Federica SantoniEsteriScienzaAnimali,Australia,Gatti
Danno ecologico. Questo e' il motivo con il quale si giustifica lo sterminio di due milioni di gatti in Australia. Secondo il governo locale la specie animale dei gatti selvaggi, si e' moltiplicata in maniera considerevole negli ultimi anni. Una crescita che ha messo in pericolo la diversita' animale...