Un grande Torino rimasto in 10 ferma la Juventus. Polemiche per l'espulsione di Acquah

Avevano invocato lo spirito del Grande Torino, visto il pellegrinaggio a Superga a commemorare morti della famosa tragedia, per poter contrastare la Juventus nel Derby della Mole, e così è stato. Anche se Allegri ha mandato in campo praticamente le “riserve” contro il Torino, gli avversari hanno compiuto una grande partita, riuscendo a fermare, per adesso, l’inizio dei festeggiamenti dello scudetto bianconero.

Non sono certo mancate le polemiche, soprattutto per l’espulsione di Acquah da parte dell’arbitro Valeri e che ha costretto in 10 i granata fin dal 52esimo. I tifosi del Torino possono comunque essere felici: interrotta la striscia di 33 vittorie di fila della Juve in campionato allo Stadium.

Comi (Torino): “tutto il mondo granata deve essere orgoglioso di questa squadra”

“Ci sono alcune cose in cui bisogna essere obiettivi, perche’ le immagini parlano chiaro”. Intervenuto a “Serie A Live” in onda su Premium Sport, il direttore generale del Torino Antonio Comi sbotta cosi’ sull’espulsione di Acquah. “L’errore ci puo’ stare, a me sembra assurdo che molti commentatori dicano che non solo e’ fallo, ma che sia anche passibile di giallo quando invece e’ un intervento pulito sulla palla”.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Per quanto riguarda la gara, “abbiamo fatto una grande partita contro una grande squadra come la Juventus, quindi tutto il mondo granata deve essere orgoglioso di questa squadra. I ragazzi hanno tirato fuori tutte quelle caratteristiche che i tifosi vorrebbero sempre vedere. Quanto vale Belotti? Vale moltissimo: per il suo bene e per il bene del Torino spero rimanga”.

Ljaji (Torino): “il rosso ad Acquah non c’era”

“Pareggiare un derby così fa troppo male, non meritavamo di prendere un gol così”. A Premium Sport, il centrocampista del Torino Adem Ljajic non nasconde l’amarezza per il derby pareggiato nei minuti di recupero. ”Abbiamo difeso bene e il rosso ad Acquah – sottolinea l’ex romanista – non c’era perché si è visto che il nostro compagno aveva preso la palla. È un peccato: abbiamo dato tutto, come se fosse l’ultima partita della carriera. Abbiamo creato contro una grande squadra e meritavamo di vincere. La prestazione della squadra mi rende felice e anche il mio gol, ma pensavamo di vincere”.

Mihajlovic espulso non le manda a dire al quarto uomo e al guardalinee

Antonio VivesCalcioTopDerby della Mole,Juventus,Juventus Torino,Serie A,Torino
Avevano invocato lo spirito del Grande Torino, visto il pellegrinaggio a Superga a commemorare morti della famosa tragedia, per poter contrastare la Juventus nel Derby della Mole, e così è stato. Anche se Allegri ha mandato in campo praticamente le 'riserve' contro il Torino, gli avversari hanno compiuto una...